Seleziona una pagina

AIUTO…allora è vero!

Non usi la protezione solare? Questo video ti farà cambiare idea.

Se ancora non siete convinti dell’IMPORTANZA dell’uso costante della protezione solare guardate questo video con attenzione, perché sicuramente cambierete idea.

Il progetto è nato da un’idea di Thomas Leveritt e ci mostra come appare la nostra pelle attraverso una lente a raggi ultravioletti, svelando cosa succede all’epidermide quando è colpita direttamente, senza alcuno schermo, dai raggi del sole.

I risultati, come potete vedere, sono impressionanti: la telecamera a raggi ultravioletti ci racconta tutti i difetti della nostra pelle, le conseguenze di anni di esposizione al sole senza filtro, e ci dà un’idea di come potrebbe invecchiare la nostra epidermide.

Un’esposizione non controllata, senza protezione adatta al sole o sul lettino abbronzante, causa macchie e lentiggini non visibili a occhio nudo, che si mostrano però inesorabilmente con l’invecchiamento dell’epidermide.

Ovviamente la pelle dei bambini e delle persone che usano protezioni solari è pura e impeccabile.

Lo scopo del video non è quello di spaventarti, ma bensi di metterti in guardia rispetto ad una esposizione NON PROTETTA ai raggi del sole.

Cosa fare dunque? Esporre il corpo al sole utilizzando protezioni con un alto valore di SPF (Sun Protection Factor, ovvero Fattore di Protezione Solare), che difendono la pelle dall’invecchiamento, non solo in spiaggia o in montagna, ma ogni giorno.

OK lo ammetto , forse ti ho un po’ terrorizzato, ma è solo perché credo davvero che sia giusto fare informazione e mostrare i rischi dell’esposizione diretta, cioè senza filtri solari e protezioni, ai raggi solari.

Ma il sole non è solo un nemico per il nostro organismo: se vissuto nella maniera corretta infatti l’esposizione al sole fa bene, per motivi chimici e fisici che agiscono direttamente sul nostro umore.

L’esposizione al sole infatti stimola la produzione di endorfina e serotonina, che rendono il nostro umore migliore e avviando una potente azione antidepressiva. La stessa esposizione svolge poi una funzione di cheratinizzazione, cioè di protezione meccanica dell’epidermide attraverso l’ispessimento dello stato corneo, e la funzione di immunomodulatore, stimolando il sistema linfatico a difendersi dell’esterno.

Il beneficio maggiore che però possiamo ottenere dall’esposizione al sole è la biosintesi della Vitamina D: la Vitamina D introdotta con il cibo e responsabile del metabolismo del calcio non è attiva, ma viene attivata solo se la pelle è esposta ai raggi del sole. Sono, infatti, le radiazioni ultraviolette (in particolare i raggi UVB) presenti nella luce solare ad indurre la pelle a produrre vitamina D. Bisognerebbe esporsi al sole per almeno 15 minuti al giorno, con il volto, le braccia e le gambe scoperte, per soddisfare il fabbisogno quotidiano di questa vitamina.

Non in tutte le ore del giorno, però, e non in tutte le stagioni, la luce solare è caratterizzata da una quantità sufficiente delle radiazioni necessarie per la sintesi della vitamina D. Nei mesi invernali, ad esempio, la produzione di vitamina D legata all’esposizione solare è molto ridotta.

Inoltre, la capacità della pelle di produrre vitamina D se esposta al sole, si riduce con l’età.

Gli anziani sono ad elevato rischio di carenza di vitamina D, anche perché in genere trascorrono poco tempo al sole, difficilmente espongono direttamente la pelle ai raggi solari e fanno un basso consumo di alimenti grassi di origine animale, cioè quelli con più elevato contenuto di vitamina D.

Sembrerà strano, visto il numero di giornate di sole nel nostro paese, ma lo scarso apporto alimentare e l’inadeguata esposizione al sole fanno sì che, sempre più frequentemente in Italia, non si riesca a soddisfare il fabbisogno quotidiano di questa importante vitamina.

Tutti amiamo il sole, ma dobbiamo anche imparare a proteggerci dai raggi nocivi e a conoscere quali sono i nostri limiti.

Le prescrizioni generiche su quanto e come esporsi al sole non valgono per tutti i tipi di pelle, per questo è importante prima di tutto conoscere la propria epidermide: se abbiamo una carnagione molto chiara un’esposizione standard di 20 minuti può creare già problemi.

Ci sono poi differenze tra una zona e l’altra del corpo: le braccia e le gambe di solito sono esposte senza paura mentre qualche precauzione in più è necessaria per il viso e il décolleté, più vulnerabili al sole e quindi più soggette al comparire di macchie e rughe causate proprio dal sole.

Oltre a evitare il sole di mezzogiorno c’è anche un altro fattore di cui dovremmo tenere conto prima di esporci al sole, l’indice UV, cioè l’indice universale della radiazione UV solare, detto più semplicemente indice UV (sigla UVI dall’inglese Ultra Violet Index), che descrive il livello di radiazione ultravioletta solare che raggiunge la superficie terrestre in una certa area, e quindi ci offre un’indicazione su quanto é pericolosa la radiazione solare per la pelle non protetta.

Più è alto l’indice, più velocemente si può prendere una scottatura dal sole. I valori di questo indice si trovano su tutte le app meteo e possono darci un’ottima indicazione su quando è meglio evitare l’esposizione al sole.

Io in quanto mamma, ho molto a cuore la pelle di mia figlia, e come professionista, tengo molto alla pelle delle mie clienti; per questo tutti gli anni, quando incomincia la stagione dell’abbronzatura, cerco di fare un po’ di preparazione non solo fisica ma anche culturale.

Quindi se vuoi davvero prenderti cura costantemente del tuo viso e imboccare una strada definitiva, siamo qui per questo, per accompagnarti.

Il primo passo da fare è la valutazione del livello di invecchiamento della tua pelle, e per farlo abbiamo bisogno che tu TI prenda un po’ di tempo per te stessa in agenda…

E se, come penso, sei una donna attenta al tuo aspetto, non perdere l’occasione di scaricare il nostro ebook GRATUITO.

VISOWOW® Staff

VISOWOW® Oceania Beauty Center visowow

Abbiamo fatto dell’estetica la nostra professione, e non potendo eccellere in tutto, abbiamo voluto concentrare i nostri studi su ciò che consideriamo il nostro biglietto da visita : IL VISO

Oggi avere un VISO GIOVANE e SENZA RUGHE è possibile, per questo abbiamo voluto dare vita a VISOWOW®, un programma viso cucito sulle TUE esigenze.

Un ABITO SARTORIALE per la tua pelle

Se ti fa piacere restiamo in contatto, speriamo di poter rispondere alle tue domande ed a eventuali dubbi o tematiche che vorresti approfondire…..

Lo staff di VISOWOW®

logo visoWOW trattamento viso
Share This